PROGETTO /Project

Gli eventi bellici della Seconda Guerra Mondiale connessi alla Linea Gotica Orientale hanno segnato profondamente la storia del territorio della Valconca e la memoria dei suoi abitanti.

I Comuni di Montescudo–Monte Colombo, Gemmano, Montegridolfo e San Clemente, con il sostegno della Regione Emilia-Romagna (Legge per la Valorizzazione della Memoria del 900), dal 2017 hanno deciso di dar vita ad un progetto collettivo che vuole promuovere la trasmissione e valorizzazione della memoria collettiva della comunità e dei luoghi coinvolti negli eventi bellici del settembre 1944. In questo sito sono pubblicate le interviste realizzate a testimoni diretti dei fatti svoltisi in quel periodo. Si è scelto di raccogliere le voci e le storie dei ragazzi dell’estate del 1944 in Valconca per sensibilizzare e informare le nuove generazioni rispetto a quanto successe in questo territorio.

I video vogliono focalizzare l’attenzione sui testimoni: loro sono un autentico patrimonio per la nostra storia, da salvaguardare perché estremamente fragile. Quello che emerge è un ritratto corale, composto di voci diverse, uniche, tenere e avvincenti. Ogni narrazione propone aspetti differenti, ispira riflessioni e suggestioni legate inequivocabilmente ai luoghi in cui le persone hanno vissuto. Alcuni di loro erano poco più che bambini ma nella loro memoria l’evento bellico si è sedimentato con definizione incredibile. Le interviste sono state prodotte da Icaro , network multimediale riminese.

Ogni video è stato arricchito da immagini girate con droni ad alta definizione, che svelano scorci paesaggistici di straordinaria bellezza, e da immagini e filmati dell’epoca grazie alla collaborazione con l’ Istituto Storico della Resistenza e dell’Italia contemporanea di Forlì-Cesena. I filmati realizzati suscitano interesse per la conoscenza dei nostri territori e diventano anche veicolo di promozione storico-turistica.

Il progetto, grazie al sostegno della Regione, è stato attivato nel 2017 e proseguito nel 2018 consentendo di sviluppare altri contenuti e obiettivi. Ad oggi sono ben 26 le interviste raccolte a testimoni oculari, 16 realizzate nel primo anno e 10 nel successivo.
Dal 2018 si è inoltre lavorato su materiale di archivio - testi ed audio – per favorirne il recupero, la valorizzazione e diffusione sul web. Si tratta di testimonianze raccolte nel corso dei decenni con metodologie e obiettivi diversi ma uniche e efficaci per la storia del territorio e dei suoi abitanti.
Con l’idea di “Dare voce e immagine ai testi” sono stati realizzati due video a partire dalle testimonianze raccolte nel libro “La linea dei Goti e la guerra”, edito dal Comune di Montegridolfo. La lettura dei due testi è stata arricchita e sostenuta da immagini e musiche di forte impatto evocativo
Per recuperare audio di vecchie interviste fatte a testimoni ormai deceduti sono stati selezionati alcuni nastri e, dopo un attento lavoro di recupero, trasformati in podcast fruibili on line. Il teaser realizzato con immagini e musiche stimola l’ascolto e ne valorizza i contenuti.
Il sito è stato arricchito di una sezione in cui è possibile visionare foto dell’epoca e scaricare testi di riferimento per la memoria sul passaggio del fronte di guerra sulla Linea Gotica Orientale

Una delle attività realizzate nell’ambito del progetto, nell’ottica di apertura all’internazionalizzazione e valorizzazione del patrimonio esistente, è la sottotitolazione in inglese di “Rosso: il fronte”, DVD prodotto qualche anno fa a cura di Silvana Cerruti, frutto del “Laboratorio delle memorie al femminile”, realizzato a Gemmano nel 2005-2006. Il video è un documento di straordinaria valenza per riconoscere, studiare e consolidare quanto a noi giunto rispetto agli anni della Seconda Guerra Mondiale.

Il sito accoglie anche link ad archivi e istituzioni museali presenti sul territorio tra cui il Museo della Linea dei Goti di Montegridolfo e quello della Linea Gotica Orientale di Montescudo – Monte Colombo.  Il progetto si inserisce in un contesto collaborativo avviato nel 2014 dai sopraccitati Comuni e finalizzato a segnare nella memoria collettiva locale, nazionale ed internazionale un luogo e un tempo: la Valconca nell’estate e autunno 1944. 

Il progetto aderisce al network europeo APPEACE – War Places/Peace Citizens.


The war envents of the Second World War linked to the Oriental Gotic Line have deeply marked the history of Valconca territory and the mind of its inhabitants.

In order to boost collective memories of local places and communities involved in war events of September 1944, the municipalities of Montescudo–Monte Colombo, Gemmano, Montegridolfo and San Clemente, with the support of Emilia-Romagna Region (Law for the upgrading of the 19s memories) since 2017 have decided to create a collective project. In this website interviews of direct witnesses have been published. Those voices are telling the stories of young people who lived in Valconca in the summer 1944. We want attract interest of young generation about those terrible events.

The videos, shot by Icaro, multimedial network in Rimini, points out on witnesses because they are the autentic richeness of our history, we have to protect them because they are very fragile.

All those voices are different from each other, they are unique, tender and impressive, they form a choir. Each aspect of these testimonies inspieres different suggestions and thoughts linked to places where people lived. Some of there were little children when the events took place.

Every video is composed by interviews to witnesses and panoramic frames of the Valconca territory. The project was enriched with historical clips thanks to Istituto Storico della Resistenza e dell’Italia contemporanea di Forlì-Cesena.

Those videos are emotional and they boost the tourist to discover this territory.

The project, with the support of Emilia-Romagna Region for two years (2017-2018) is focused on videos interviews. Since 2018 we worked on archival objects, audio and text, to save and promote its through the web. Those are memories collected some years ago by different methodologies but they arerelevant to know the history of Valconca.

To give voice and image to the texts we shot two readings with the support of frames and musics. Those texts were taken from the book “La Linea dei Goti e la Guerra”, Montegridolfo.

Some old audios have been restored: now it’s possible to hear those podcast.

In this website you can see some photos and download books about the Oriental Gotic Line.

One of the activity of the project, thinking to international historical and tourist promotion of this heritage, is the English subtitles of “Rosso: il fronte”, a DVD realized by Silvana Cerruti some years ago following the workshop “Laboratorio delle memorie al femminile”, Gemmano, 2005-2006, an exstraordinary document in order to study and deeply understand the impact of the Second World War on local population.

The website includes events, photos, texts and links to other archives and museum about Oriental Gotic Line in Valconca.
The and this project is one step of the collaboration among mucipalities mentioned above, started in 2014, to promove the local and collective memory of the 1944 in Valconca.
Moreover, the project is part of APPEACE – War Places/Peace Citizens network.